Archive for ottobre 2015

Filastrocca del Dondolo Dante l’Elefante

dondolo-elefanteF13

Dondola dondola Dante, il Dondolo Elefante…E dove mi porterai? Lo sai? Lo sai?

“ Certamente si! Da qui a lì! Dondolando piano piano andremo molto molto lontano…”E cosa troveremo?

“ Un cielo sereno! Nessuna nube, nessuna tristezza, solo gioia e festa!”. “Davvero? Dai!?

“ Certo che si! Vedrai vedrai.”

Dondola dondola Dante, il Dondolo Elefante…

“ La magia ci condurrà dove i sogni diventano realtà.”

“Chiudi gli occhi ed entra nella favola, non temere tutto potrai vedere.”

“Incomincia a sognare e tutto potrai realizzare..”

Dondola dondola Dante, il Dondolo Elefante…

 

 

  Troverai la favola nella scatola che accompagnerà il giocattolo in tutto il suo viaggio…

Laila Rosèla

Lo trovi in vendita su Ebay!

Per informazioni: tel 345-2118171 lailarosela888@gmail.com

Annunci

Il Viaggio dei Giocattoli con l’Anima… La Partenza

www.farsgiocattoli.com

“ E’ ora di andare! “ Disse l’Aereo Spad”, “ I Bambini ci aspettano! È troppo tempo che siamo rinchiusi in queste scatole. Il Natale si avvicina, ci attendono!”.

“Un fantastico viaggio ci aspetta. Dobbiamo portare la fantasia nelle case! Sta quasi scomparendo, nessuno crede più nei sogni, dobbiamo riaccendere la passione per la vita attraverso i sogni e la fantasia!”

“Molti adulti ormai si sono spenti e non hanno più fiducia nel futuro, solo i bambini possono salvare questo mondo. Dobbiamo riaccendere in loro la fantasia e l’immaginazione, solo così si può creare un mondo nuovo!”

“Ohi voi svegliatevi tutti! Giocattoli conl’Anima! È ora di andare in missione! Tutto è pronto ormai, il viaggio può iniziare!”

“Ognuno di voi deve trovare una casa in cui andare ad abitare”. “State sempre vicino hai bambini nelle loro camerette. Siate loro vicini quando tornano da scuola, avranno bisogno di voi per riaccendere la fantasia che sovente gli adulti spengono.”

“ Fate inventare loro delle storie, insegnategli a credere in se stessi, ad avere fiducia nelle loro capacità.”

“ Ora andiamo il momento è giunto,  partiamo tutti insieme”.

“ Ma dopo non ci vedremo più!” disse la Ruspa Sped timorosa…

“ Sped tranquilla, ci sarà un Portale dove noi ci potremmo sempre ritrovare. In cui le nostre storie verranno narrate. Si parlerà di noi. I bambini lo faranno ed anche i loro genitori. Racconteranno delle nostre avventure nelle loro case, di quanto abbiamo reso la loro vita più felice.”

“Impareranno a stare insieme per creare nuove storie su di noi e tutti voteranno le più belle!”. “ Vedrai Sped tutti parleranno di noi…”

“Quello che mi rammarica è che siamo in pochi e non riusciremo ad entrare in tutte case. Solo poche fortunate famiglie avranno il piacere di accoglierci.”

“ Come ormai sapete il vecchio falegname che ci ha costruiti non lavora più, la sua fabbrica ha chiuso e la donna che ci assemblava con tutto l’amore di cui era capace ora è molto indaffarata. Ha deciso però di trovare ancora un pò di tempo per noi, per trovarci una casa e scrivere ancora di noi e delle nostre avventure”.

“Lei crede ancora in noi. Anche se tutto attorno si è spento, lei crede ancora in noi.

In lei è viva ancora la fiamma della passione, lei crede ancora nei sogni e quando immagina, crea…”

“ Lei ci accompagnerà ancora una volta, come una madre per i suoi piccoli, fino a quando abbiamo trovato tutti una casa”. “

“Non dobbiamo deluderla! Lei è tornata indietro per noi. Lo so, ci aveva abbandonati tutti e noi abbiamo sentito il vuoto che ha lasciato”.

“ Non poteva fare altrimenti, i costruttori non credevano più in lei ed hanno dato ad altri la gestione di tutto. Ma loro non ci amavano… Ci vedevano come bei pezzi di legno da vendere”.

“Lei ci amava ed è tornata indietro per questo. Lei ci conosce uno ad uno e ci ama ancora molto…Lo so, lo vedo quando si commuove pensando a noi. Quando i suoi ricordi la portano lontano indietro nel tempo, quando tutto ebbe inizio….e lei si innamorò di noi”.

“ Ha dato il meglio di se per tutti noi! Ci ha dato l’Anima…”

“E sono sicuro che continuerà a farlo per tutto il nostro Viaggio…”

   Laila Rosèla

 Troverai  la favola nella scatola, accompagnerà il giocattolo in tutto il suo viaggio…

Laila Rosèla

I Giocattoli Fars li trovi in vendita su Ebay!

Per informazioni: tel 345-2118171  lailarosela888@gmail.com

Le avventure del Camion Pippo….

camion1camion2

Il Giocattolo con l’Anima…

C’era una volta un camion, il suo nome era Pippo, un nome decisamente bizzarro

ma che gli calzava a pennello.

Pippo se ne andava tutto il giorno qua e là trasportando oggetti.

Tutti lo chiamavano per le commissioni più svariate, lui era sempre a disposizione di tutti.

“Tralla là, tralla là” diceva sempre quando arrivava in un posto,

era sempre allegro e contento.

A volte lo chiamava il muratore per trasportare le macerie delle case, altre volte il fabbro lo chiamava per trasportare quel pesante ferro che trovava in giro e lo portava a smaltire alla discarica.

Veniva caricato e scaricato più volte al giorno. A lui piaceva questo lavoro, in più si divertiva un mondo ad azionare il cassone ribaltabile ogni qualvolta doveva scaricare la merce.

Questo era il suo lavoro e si sentiva utile. Viaggiava tutto il giorno per la città e la gente lo chiamava…Pippo! Pippo! E lui se ne andava trotterellando qua e là gonfio di orgoglio per la sua utilità.

Ma un giorno, uno strano giorno qualcosa cambiò…non si spiegò il perché ma le persone smisero di chiamarlo.

Non ci poteva credere. “ Che cosa era successo cosi all’improvviso?” Si guardò, si osservò…”Ma che ho? Come mai nessuno mi chiama più?” Si domandò Pippo.

Presto detto e la sua domanda ebbe presto risposta.

Vide in lontananza un camion, un grosso camion con un fiammante cassonetto rosso, era tirato a lucido, nuovo di pacca.

Pippo rimase senza fiato. “E questo chi è?” si domandò stupefatto.

“ Che ci fa qui? Chi l’ha mandato?”.

Non era abituato ad avere concorrenti, la città era sua punto e basta, era solo lui a fare i servizi e si sentiva un Re, fiero e orgoglioso del suo lavoro.

“E Ora? Si domandò, <<Adesso che faccio? Non posso farmi soppiantare da questo damerino tutto laccato, ne va del mio onore>>.

Intanto John, se ne andava in giro per la città tutto borioso per il suo bellissimo camion. Gli abitanti cominciarono ad ingaggiarlo.

“Ehi John! Vieni qui, ho bisogno di te! Ehi John!

Vieni qua anche io ho bisogno di te!”.

Intanto Pippo da lontano guardava atterrito.

“Che farò ora? Nessuno mi vuole più. Ma perché? Cosa mi manca?

Non mi vogliono più perché non sono colorato come lui?

Quale sarà il mio destino?”

Pippo era troppo scoraggiato per comprendere che se avesse voluto avrebbe trovato altre attività. Nulla è perduto per chi ha fede…

Ma lui in quel momento di fede ne aveva ben poca e tutto abbattuto se ne andò dalla città.

Viaggiò diversi chilometri senza meta, non sapeva dove andare. Ma di li a poco nella periferia del paese vide un contadino che con fatica doveva trasportare delle balle di fieno, ma il suo carretto era troppo piccolo e vecchio per trainare tutto quel peso.

Allora Pippo felice offrì il suo aiuto al vecchio contadino che ben lieto accettò di buon grado.

Fece così bene il suo lavoro che di li a poco ebbe tutta la contea che richiedeva i suoi servigi. << A volte non serve disperarsi, perché innumerevoli opportunità ci attendono, basta aver fede >>, gli disse il vecchietto a cui aveva raccontato la sua sventura in città.

Pippo ora era felice, lavorava più di prima e si sentiva davvero più utile in quella terra sconfinata…

 Troverai la favola nella scatola che accompagnerà il giocattolo in tutto il suo viaggio…

Laila Rosèla

Il Camion Pippo lo trovi in vendita su Ebay!

Riceverai in regalo con ogni acquisto, le favole inedite dei giocattoli con l’anima

Per informazioni: tel 345-2118171  lailarosela888@gmail.com